15 febbraio 2011

"Percezione dell'inverno" di Alfonso Cernelli vincitore del "Premio letterario nazionale N. Zingarelli 2010"

     Il mio romanzo Percezione dell'inverno si è aggiudicato il primo posto nella sezione "romanzo edito" del Premio letterario nazionale Nicola Zingarelli 2010, premio che beneficia dell'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.
     La premiazione si è svolta sabato 12 febbraio nella suggestiva cornice del teatro Mercadante di Cerignola, città di origine del celebre filologo.
     Voglio ringraziare il dott. Luca Galliano (presidente della giuria), l'Associazione LiberaMente, i giurati, il Comune di Cerignola e tutti coloro i quali hanno contribuito all'organizzazione dell'evento.
La motivazione riportata sulla pergamena è la seguente:
"Racconto di squisita fattezza, in cui una vicenda semplice e di grande significato viene narrata con un tono, talvolta ironico, talaltro sentito e partecipato. Una lettura gradevole e profonda che stimola in modo chiaro ed immediato le riflessioni sull'imbelle, ma inesorabile, affannarsi dell'umanità verso mete e principi vani ed inconsistenti."
La pergamena che attesta la vittoria del Premio
 
Segue il testo del comunicato stampa emesso dall'organizzazione 
     Quest’anno, ancor più che in quelli precedenti,  ha riscosso un ampio consenso dalla critica ed un notevole successo di pubblico la premiazione dello “Zingarelli 2010”, manifestazione culturale nazionale organizzata dal Circolo cerignolano dell’Associazione Culturale “LiberaMente” in collaborazione con il Comune di Cerignola con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana. I finalisti, provenienti da tutta la penisola, hanno appreso la graduatoria di merito solo in sala, durante la serata di gala, presentata egregiamente dagli scrittori Luca Galliano e Rosalba Leone che hanno letto le poesie premiate e le motivazioni di tutti con la speciale collaborazione di una lettrice d’eccezione: la poetessa Amelia Carlucci, classificatasi seconda per la sezione poesia edita allo “Zingarelli 2009”. La serata si è aperta con un’esibizione di danza classica da parte del corpo di ballo della storica scuola di danza “Tersicore” su coreografia ideata dalla maestra Giada Ordine, per poi proseguire con il saluto del Sindaco della città della cicogna, Dott. Antonio Giannatempo, ed un doveroso tributo, da parte del Prof. Antonio Galli (Presidente della Pro Loco), al filologo, letterato e studioso cui il premio si ispira in occasione del cento cinquantenario della sua nascita. La manifestazione è andata avanti con la premiazione delle sezioni ordinarie del Concorso. Per la sezione “poesia edita” sono stati premiati con il terzo premio Olga Comerio da Busto Arsizio (VA) con “Quando l’io incontra l’amore” (L’Autore Libri Firenze), con il secondo premio Emiliano Musetti da Carrara (MS) con “Poesie in metro” (&MyBook), mentre il vincitore sella sezione è stato Rino Malinconico da Scisciano (NA) con “Oratorio per Lidice” (Edizioni Melagrana Onlus). Per la “poesia inedita”, invece, il terzo premio è andato a Bharati Castellani da Udine con l’opera dal titolo “Amen”, il secondo a Paolo Giovannini da Roma con “La collezione di farfalle”, mentre vincitrice della sezione è stata Emma Marilyn Ciocio da Milano con “Occhi d’argento”.
     Infine per la narrativa edita il primo premio è andato al giovanissimo Alfonso Cernelli da Roma con “Percezione dell’inverno” (Aletti Editore), secondo classificato è stato invece Fabio Brigazzi da Roma con “L’imprenditrice del sesso” (Sangel Edizioni), mentre il terzo premio è andato ad Alfio Landro da Benevento con “La Janara” (Edizioni Melagrana Onlus). La serata è stata anche l’occasione per il conferimento del Premio Speciale “Non omnia possumus omnes”, che ha caratterizzato la seconda parte della serata, subito dopo l’intermezzo  di musica classica al pianoforte ad opera del maestro Sebastiano Cassotta. Il riconoscimento è andatoa: Ilaria Ferramosca da Parabita (Lecce) per l’opera “Sindromi e altri fatti d’inchiostro” (Edizioni Akkuaria), Graziella Bazzoni da Lavagno (Verona) per l’opera “Ha ragione Vincenzo” (Vince Editore),  Angelo Disanto per l’opera “Ripalta. La Madonna pellegrina” (Claudio Grenzi Editore), Franco Conte per l’opera “Cerignola ed i suoi autori” (Nicorelli Editore), Antonio Daddario per l’opera“I cavalieri e la catena spezzata” (Edizioni Il Castello) e Raffaele Nigro, al quale la Giuria ha assegnato un riconoscimento alla carriera. Premio speciale a sorpresa anche per Rosalba Leone per la raccolta di fiabe ambientate in terra di Puglia dal titolo “Il Favoliere pugliese” (Edizioni Rotas).  

Clicca QUI per la rassegna stampa e QUI per vedere alcune foto della serata di premiazione.
 
 

1 commento:

  1. utente anonimo5 marzo 2011 16:39

    Ho letto il tuo romanzo, perchè incuriosito dalla vincita del premio zingarelli...vorrei farti i complimenti.. secondo me hai la stoffa dello scrittore pur essendo molto giovane! lo sto facendo leggere anche ad amici. auguri per la tua carriera... luigi

    RispondiElimina

Commenta l'articolo!